Translate

giovedì 7 maggio 2015

SCIENZA PAZZA VS NEWAGE- NON STIAMO ENTRANDO IN 4° DIMENSIONE MA NELLA 2°

SCIENZA PAZZA VS NEWAGE- NON STIAMO ENTRANDO IN 4° DIMENSIONE  MA NELLA 2°

Se un amico ti avesse detto che viviamo tutti in un ologramma gigante, probabilmente gli avresti risposto di farsi passare la botta. 
Ma incredibile a dirsi, i fisici di tutto il mondo stano iniziando a pensare lo stesso: che quello che noi vediamo come un universo tridimensionale potrebbe essere l’immagine di un universo a due dimensioni proiettato lungo un enorme orizzonte cosmico.
 Sì, è roba da pazzi.
 La natura tridimensionale del nostro mondo è il fondamento del nostro senso della realtà tanto quanto l’idea dello scorrere del tempo.
 E ora, alcuni riceratori tendono a credere che le contraddizioni tra la teoria della relatività einsteiniana e la meccanica quantistica potrebbero essere conciliate se ogni oggetto tridimensionale del nostro mondo è visto come la proiezione di minuscoli byte subatomici contenuti in un mondo piatto.
“Se fosse vero, sarebbe un tassello davvero importante nella nostra conoscenza della realtà,” mi ha

domenica 29 marzo 2015

Cos’è un impianto di cogenerazione e che benefici porta

Cos’è un impianto di cogenerazione e che benefici porta

Alzi la mano chi di voi sa veramente che cos’è un impianto di cogenerazione!
 Per fare bella figura con gli amici ve lo spieghiamo…
Nel novero delle tecniche di produzione energetica a basso impatto ambientale più sviluppate negli ultimi anni, un posto d’eccellenza è occupato senza dubbio dalla cogenerazione, vale a dire quel processo combinato che consente di produrre simultaneamente energia termica ed elettrica a partire da un unico impianto. 
Co-generare, infatti, significa dar vita ad elettricità ed energia termica contemporaneamente sfruttando una sola fonte energetica, superando così i limiti delle centrali termiche convenzionali.
Negli impianti di riscaldamento tradizionali, la maggior parte dell’energia prodotta dalla combustione (circa il 60%) viene persa sotto forma di calore e solo la restante parte (30-35%) viene effettivamente utilizzata.
In un impianto di cogenerazione, invece, questo calore viene recuperato e convertito nuovamente in energia termo-elettrica pronta all’uso, con un conseguente miglioramento delle prestazioni

OBBIETTIVO RUSSO IPERTECNOLOGICO- schierare l'esercito in tutto il mondo in 7 ore

OBBIETTIVO RUSSO IPERTECNOLOGICO- schierare l'esercito in tutto il mondo in 7 ore

In futuro, una flotta di aerei da trasporto pesanti potrebbe trasportare un’unità strategica di 400 carri armati ‘Armata’, con le munizioni, in qualsiasi parte del mondo, e probabilmente a velocità ipersonica, consentendo alla Russia di attuare una risposta militare globale. 
Secondo una nuova specifica progettuale della Commissione militare-industriale di Mosca, l’aereo da trasporto denominato PAK-TA volerà a velocità supersoniche (2000 km/h), vanterà un impressionante carico utile di 200 tonnellate ed avrà anche un’autonomia di almeno 7000 km. 
Il programma PAK-TA prevede 80 nuovi aerei cargo da costruire entro il 2024.
 Ciò significa che in un decennio il Comando Centrale della Russia potrà schierare un’armata corazzata operativa ovunque, riporta Expert online citando una fonte militare che ha partecipato al vertice. 
Uno dei principali compiti del nuovo PAK-TA è trasportare carri armati Armata e altro equipaggiamento militare su medesima piattaforma come avanzati semoventi d’artiglieria, complessi

sabato 28 marzo 2015

Germanwings-ecco il cannone laser HELLADS che secondo i russi ha abbattut il volo - video -

Germanwings-ecco il cannone laser HELLADS che secondo i russi  ha abbattut il volo - video -  

Fin dall’inizio la rotta dell’Airbus A320 della compagnia GermanWings precipitato nei pressi di Barcelonette, nel sud della Francia era “anomala” rispetto alla norma dei voli Barcellona-Dusseldorf. Lo afferma il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24. 
L’aereo sarebbe salito a 38.000 piedi prima di scendere inspiegabilmente.
 A 6.800 piedi il segnale è stato perso.
 Dopo ore di disperazione, partono i soccorsi e trovano la zona del presunto impatto dell’Air Bus. Migliaia di piccoli frammenti dei rottami dell’aereo, sono sparsi in un area montagnosa di 2-3 km ma non si trova un punto di impatto ben preciso. 
I reattori dell’aereo che sono solito resistere ad impatti terribili fino a 12 mila metri, non si trovano. 
Che fine hanno fatto? 
Nessuno ha mai visto le immagini dei motori dell’aereo.
Stranamente i due piloti del volo 9525, dopo la partenza da Barcellona, avevano cambiato la rotta, passando per le Alpi, allungando cosi il percorso di arrivo a Dusseldorf, rotta che comporta un volo

Precipita velivolo commerciale sulle Alpi francesi-completamente falsa la versione ufficiale! - video -

Precipita velivolo commerciale sulle Alpi francesi-completamente falsa la versione ufficiale! - video -

Sono le 8:57 UTC del 24 marzo 2015: un velivolo della compagnia low cost Germanwings, appartenente alla Lufthansa, decolla dallo scalo diBarcellona (Spagna), diretto a Düsseldorf, in Germania. Poco più di 40 minuti dopo, stando alla versione ufficiale, si perde il suo segnale radar e l’aereo impatta sulle Alpi francesi.
 I media riportano la notizia così:
"Precipita velivolo commerciale sulle Alpi francesi. I testimoni ‘Volava troppo basso’. 
L’aereo era decollato alle 10 di mattina. 
Fin dall’inizio, la rotta dell’Airbus A320 era ‘anomala’ rispetto alla norma dei voli Barcellona-Dusseldorf: lo scrive il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24. 
L’aereo sarebbe salito a 38.000 piedi prima di scendere inspiegabilmente. A 6.800 piedi il segnale è stato perso".
Successivamente le informazioni che via via sono diffuse ridimensionano la questione relativa alla

La NASA accelera su Solar Probe Plus, la missione che si tufferà nel Sole

La NASA accelera su Solar Probe Plus, la missione che si tufferà nel Sole

Solar Probe Plus passerà a soli 8.6 raggi solari dalla nostra stella.
 Foto JHU/APL
Sarà un Delta 4 a portare nello spazio la prossima missione solare della NASA, secondo quanto annunciato oggi dalla United Launch Alliance. Solar Probe Plus, questo il nome della missione, decollerà il 30 Luglio 2018, imbarcandosi in un'avventura senza precedenti: la sonda americana tenterà di tuffarsi nell'atmosfera della nostra stella, un'impresa mai tentata prima.
Il Delta 4 selezionato dalla NASA volerà nella sua configurazione più pesante, con tre motori RS-68 al primo stadio sormontati da un RL 10 e da un terzo stadio fornito dall'Orbital ATK.

venerdì 27 marzo 2015

Il Large Hadron Collider è pronto per aprire un “portale” tra gli Universi paralleli - video -

Il Large Hadron Collider è pronto per aprire un “portale” tra gli Universi paralleli - video -

La scorsa settimana i ricercatori del CERN di Ginevra, hanno condotto un test eccelerando un piccolo fascio di particelle di protoni, per il solo scopo di preparare la ripresa, quindi la riaccensione del grande anello (LHC).
 Quando il collider raggiunge livelli di energia più elevati, gli scienziati sperano di ottenere risultati soddisfacenti per la rilevazione di materia oscura e di mini buchi neri. 
Secondo il quoridiano Daily Mail Online. il Collider dovrebbe raggiungere i 13 TeV di energia, molto superiore ai 5,3 TeV precedentemente utilizzati dal CERN.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...